Sede centrale  
Via Roma, 3  
Sant'Andrea del Pizzone  
Francolise - CE  
Distretto scolastico n.19 di Sessa Aurunca  
 
Direzione e segreteria generale  
tel. 0823 884410  
fax 0823 884410

Home

Faq

Mappa

Amministrazione

Informazioni

Cerca nel sito

AIUTO

  > Homepage > Territorio > Francolise
Quadrato  Docenti Quadrato Genitori Quadrato POF Quadrato ICAS  
         

  Francolise

<< torna a Territorio

Il Castello

Castello di Francolise

Il castello medioevale, di forma irregolare, fu costruito nella seconda metà del IX secolo dai Normanni, su commissione del Cardinale Benedetto Caetani D’Anagni o di S.Tommaso D’Aquino secondo la testimonianza del Parroco di Francolise, Don Raimondo. Ospitò sotto gli Svevi alcuni nobili Baroni fedeli a Manfredi; durante il periodo Angioino divenne feudo del Conte di Avellino Simon di Montfort, e probabilmente fu anche dimora del Papa Bonifacio VIII fino a diventare, nel 1600, rifugio del brigante Domenico Colessi di Papone e dei suoi uomini. Successivamente fu visitato dal Re Carlo di Borbone e dalla sua consorte. A poca distanza dal Borgo esiste la famosa fonte Calena, ormai in disuso, cantata dai romani, nota per le virtù delle sua acque acidule.

Chiesa di S.Maria a Castello

La facciata della chiesa di S.Maria a Castello, luogo di culto e di guarigione per i militari e gli abitanti di Francolise, è caratterizzata da un portale ed un rosone romanico ed un campanile gotico. All’interno domina l’altare settecentesco e la Madonna del Cardellino della scuola di Giotto. In seguito verso gli inizi del XIV secolo fu costruito fuori le mura un luogo di culto più grande per soddisfare le accresciute esigenze spirituali dei fedeli, ricevendo il titolo di S.Maria della Carità e delle Grazie e, più tardi, nel XVI secolo quello di S.Maria a Castello.

Le Ville Romane

Gli scavi di due ville romane, una in località "S.Rocco" e l'altra in località "Posto" vennero effettuati negli anni 1962-64 sotto la direzione della Dr. M.A.Cotton, per conto della Scuola Britannica di Roma e finanziati dalla fondazione Batchelor e dall’Università di New York. Quella in località "S.Rocco" è una tipica villa rustica del tardo periodo repubblicano, abitata dalla fine del II sec. a.C. al II sec. d.C.. Il sito è ubicato in un territorio che in epoca romana si trovava nell’Ager Calenus e ai confini dell’Ager Falernus. La superficie iniziale era di circa 800 mq. che venne successivamente ampliata a circa 4.400 mq. La villa comprendeva numerosissime stanze, divise tra la pars urbana e la pars rustica; l’approvvigionamento idrico era assicurato da tre grosse cisterne. La pars urbana si articolava intorno ad un ampio peristilio, circondato da quatto portici colonnati, la cui pavimentazione consisteva in un mosaico costituito da tessere bianche inframmezzate da piccoli frammenti di pietra colorata (lithostroton), con un bacino o fontana di marmo nel mezzo del giardino. Gli ambienti principali, anch’essi pavimentati con mosaici, comprendevano un tablinum ed un triclinium, che rappresentavano rispettivamente soggiorno e sala da pranzo. Vi erano inoltre una serie di cubicula, piccoli ambienti destinati a vari usi, un terrazzo con portico coperto e, nella fase dell’ampliamento, furono realizzati degli ambienti termali comprendenti un praefurnium, un frigidarium, un tepidarium con piscina e un calidarium; queste ultime due stanze furono pavimentate con grandi lastre di marmo cipollino. La pars rustica consisteva in una serie di ambienti articolati intorno a due cortili. Il primo cortile confinava con quello che deve essere stato l’ingresso principale alla villa, su di esso si affacciavano i locali occupati dal vilicus e la scuderia. Nel secondo cortile furono trasformate ad uso industriale tre stanze che fiancheggiavano il probabile ingresso principale, dove vennero realizzate altrettante vasche per la separazione dell’olio d’oliva, fu realizzata una pressa per l’olio e un forno per la cottura di laterizi.

 

 
Visualizzazione ingrandita della mappa
 

 Stampare la pagina  Torna alla pagina precedente

 
   
   
 

Ultimo aggiornamento: 12.02.2010  |  Informazioni legali  |  Requisiti minimi  |  Contatta il webmaster

 
Copyright 2009 icasfrancolise.it